Moda

Il Profoto Pro-10 cattura il mondo dello stile giapponese moderno

04 luglio, 2017

Scritto da: Erina Hayashi

Il più recente generatore di alta gamma di Profoto è il Pro-10, il flash più veloce del mondo con una durata mozzafiato che arriva a 1/80.000 di secondo e scatta sequenze di 50 flash al secondo.. Masaaki Tomitori, fotografo in uno studio di Tokyo, sa come sfruttare al meglio questo eccezionale flash per realizzare scatti di moda per la rivista SHOOTING che cattureranno lo stile giapponese attraverso gli occhi di un fotografo giapponese. Ecco un esempio delle creazioni di Tomitori accompagnate da un’intervista che illustra le incredibili funzionalità del Pro-10, in grado di liberare realmente la creatività del fotografo.

Tomitori è davvero attento alla durata del flash quando si tratta di sceglierlo alla perfezione. “L’espressione fotografica per me non è altro che sfocatura e bokeh. Prima di iniziare a scattare, penso a regolare la messa a fuoco e la sfocatura. La bellezza della fotografia sta nell’equilibrio tra le aree messe a fuoco e la sfocatura estetica. In seguito considero la durata. Per quanto tempo congelo l’immagine o la sfocatura? Mi concentro sui dettagli del corpo e sfoco le mani? Profondità (di apertura) e tempo sono gli elementi che caratterizzano la fotografia. Pertanto, è importante capire in che modo incanalarli nell’immagine. Invece di percepire uno scatto come un’immagine piatta, io la estraggo da una scatola tridimensionale. Ecco perché la durata del flash è tanto importante per me”.

Dopo aver utilizzato Pro-10 per la prima volta, Tomitori ha reagito in questo modo: “Lo adoro. È davvero velocissimo, dettaglio molto importante dal momento che la durata del flash è un elemento assolutamente fondamentale per il mio lavoro. Possiamo controllare la qualità della luce in qualsiasi modo ed è incredibile vedere i contorni nitidissimi delle gocce di pioggia che cadono al suolo. Pro-10 offre ai fotografi la sicurezza di congelare tutto ciò che desiderano ed è ciò che conta realmente”.

Tomitori è fissato con la bellezza delle sfocature. “Tornando ai giorni di ripresa, le particelle di alogenuro d’argento hanno migliorato l’estetica delle sfocature ma nella fotografia digitale (pixel), talvolta sembrano poco pulite. Le sfocature sono sempre state utilizzate come espressione di bellezza ma ora vengono considerate dei difetti. La differenza tra l’alogenuro d’argento e un pixel quadrato è probabilmente infinitesimale e non si nota affatto su stampe A4 ma quando si eseguono scatti per poster di grandi dimensioni, anche la più piccola sfocatura diventa molto evidente. Ecco perché insisto molto sulla creazione di sfocature che siano esteticamente perfette”.

L’idea che sta dietro questo scatto di moda era mostrare il punto di vista dello stile di un fotografo giapponese.

“Ho scelto il tema dello stile giapponese per sfidare quello della moda europea. Queste immagini dimostrano perfettamente il mio lavoro e la mia creatività rispetto alla maggior parte dei fotografi di tutto il mondo che utilizzano Pro-10.

“Il mio obiettivo era scattare immagini di estrema bellezza con un tocco giapponese. L’aggiunta dell’elemento della pioggia si è rivelata la scelta perfetta per mettere alla prova la funzionalità di Pro-10”.

La maggior parte delle persone immagina che la pioggia sia una linea di acqua che cade dal cielo. Con Profoto Pro-10 è facile congelare ogni goccia mentre il fotografo può scegliere la sfocatura della pioggia e trasformarla in una linea. Questa volta, Tomitori ha deciso di congelare la nitidezza delle gocce di pioggia, rappresentando queste ultime come punti.

“Generalmente opterei per la creazione di linee, perché è proprio in questo modo che la gente vede la pioggia. Tuttavia, per questo scatto, volevo scoprire quanto fosse efficiente il generatore nel congelamento delle gocce di pioggia. Penso che il risultato sia abbastanza strabiliante e renda l’idea sia delle funzionalità di Pro-10 sia di un’interessante espressione artistica”.

Durante lo scatto, gli assistenti dello studio che hanno utilizzato il Pro-10 per la prima volta sembravano avere un ottimo controllo del generatore, nonostante l’avessero appena estratto dalla custodia. “Ecco il punto di forza maggiore di Profoto. È semplice da usare. Profoto è semplice e intuitivo”.

Dal momento che le fotocamere digitali diventano sempre più sensibili, sempre più fotografi sceglono di non utilizzare troppa luce sul set. Tuttavia, Tomitori sottolinea il fatto che è importante per i fotografi come lui offrire una tecnica senza paragoni e un tocco che solo i professionisti possono garantire.

“Viviamo in un’era digitale in cui ognuno può scattare foto e ritoccarle in modo semplice. Tuttavia, come fotografo professionista, mi impegno sempre volontariamente per dimostrare l’incredibile potenziale del lavoro di un professionista che ci distingue dalla massa”.

Questo testo è un estratto di un articolo pubblicato in Photo & Movie Magazine "SHOOTING"

Leggi l’articolo completo qui (solo giapponese).

Scritto da: Erina Hayashi

Prodotti utilizzati nella storia

Profoto Pro-10

ProHead Plus

Giant Reflector

Softlight Reflector White