La storia dietro l’immagine - Kate Moss

22 dicembre, 2017

Scritto da: Clare Gillsäter

Albert Watson ha una filosofia: più importante è il personaggio, più semplice sarà la foto. Il candido scatto di Kate Moss con lo sguardo perso in lontananza ne è la prova. Con una notevole serie di ritratti a personaggi famosi, riconoscimenti su copertine di riviste e decine di locandine all’attivo, ha avuto molte opportunità per mettere in pratica questa massima. Il modo in cui utilizza la luce fa parte di questo approccio, indipendentemente dal fatto che si tratti di luce naturale o luce modellata dai light shaping diventati ormai parte essenziale della sua attrezzatura.

Atmosfera naturale

Albert si trovava in Marocco impegnato a scattare per diverse riviste; questa particolare immagine di Kate è stata realizzata per Vogue Germania.

Erano le 5 di pomeriggio del 16 gennaio 1993. Ci trovavamo su una terrazza a Marrakech, illuminata dalla calda luce del sole pomeridiano. Il programma prevedeva scatti incentrati sulla bellezza e sulla pelle, quindi uno shot di nudo per enfatizzare l’eleganza di Kate. La semplicità dello stile di Albert è entrata in gioco già mentre pensava all’illuminazione. Per modellare l’immagine ha utilizzato solo la luce naturale del sole, che però può nascondere diverse insidie dato che cambia continuamente. È necessario avere un buon intuito ed essere in grado di adattarsi rapidamente alla luminosità e alle sfumature mutevoli della luce.

L’intera produzione era caratterizzata da un’atmosfera naturale. I capelli di Kate ricadevano in maniera libera e il make-up era ridotto al minimo: la preparazione era davvero ridotta. Non c’erano outfit da organizzare. Albert è riuscito a concentrarsi su uno scatto di successo senza attendere parrucchieri, make-up artist e stilisti per realizzare l’intero look.

Kate Moss era una modella emergente. Era come se la fotocamera fosse attirata da lei e, sebbene Kate abbia una notevole predisposizione per la fotocamera, stava ancora imparando a ricambiare questo istinto. Albert ha tirato fuori la sua personalità: “Assomigli a una ninfa o una fata dei boschi”. Le ha chiesto di immaginare se stessa “mentre era accovacciata e un po’ nervosa, come se fosse alla ricerca di qualcosa”.

Osserviamo l’immagine più da vicino. Kate è leggermente inclinata in avanti, con uno sguardo assorto. E intanto il suo corpo cattura l’ultima luce del sole pomeridiano, modellandola.

Il risultato è questa immagine iconica: la luce del tramonto crea un perfetto gioco di opacità e luminosità sul corpo di Kate.

Fase due

Il secondo shot di Kate ripresa di spalle mostra la curvatura perfetta della colonna vertebrale. In quest’immagine ha ricreato la stessa atmosfera sebbene l’abbia scattata all’interno con un’illuminazione da studio, è un merito assoluto di Albert e del suo concetto di luce. È riuscito a riprodurre la luce naturale e il suo morbido effetto. Le fotografie della sessione in Marocco rappresentano alcune delle più famose immagini di Kate Moss e sono anche tra le preferite dalla modella. Nonostante le diverse condizioni, Albert ha catturato e reso lo stesso effetto della luce sulla pelle di Kate in entrambe le immagini, mantenendo un senso di continuità nell’intera serie.

Birthday Girl

La data dello scatto è significativa. Kate Moss è nota per essere una modella affermata, un’icona di stile e un personaggio precursore della moda. Quando è arrivata a Marrakech quel pomeriggio di gennaio era un volto nuovo all’inizio di una sfavillante carriera.

Albert ha lavorato con lei tutto il giorno, per 14 ore dall’inizio alla fine. Ha scattato circa 25 foto e ha affermato che Kate è stata fantastica, non si è lamentata neanche una volta. A fine giornata, lei gli ha detto: “Volevo solo dirle una cosa. Oggi è il mio compleanno”. Aveva appena compiuto 19 anni.

La varietà nella sua arte

Mentre fotografava Kate Moss, Albert Watson ha utilizzato due delle sue migliori qualità: la bravura nel cercare e utilizzare i dettagli della luce e la capacità di entrare in sintonia con le persone.

Per lui la qualità e la diversità nella sua arte sono elementi importanti. Esegue scatti di personaggi famosi, paesaggi e moda: tutti con la stessa passione e ricerca della qualità. La diversità è sempre stata la forza trainante del suo lavoro e ritiene che contribuisca ancora oggi a rendere la sua vita più interessante.

Puro e perfetto

Albert è un amante della purezza della fotografia. È appassionato dell’arte che incarna. Queste immagini catturano questa passione nella sua semplice bellezza. Rappresentano un’immagine pura e perfetta di Kate, la giovane donna.

Scritto da: Clare Gillsäter