Ritratti

Hideaki Hamada utilizza il Profoto A1 per creare un’atmosfera fresca, estiva e leggera

13 novembre, 2017

Scritto da: Seth Chandler

Il fotografo Hideaki Hamada, fotografo di ritratti e lifestyle di Osaka, in Giappone, ha trasformato una casa tradizionale giapponese alla periferia di Tokyo nel suo studio con il Profoto A1, la luce da studio più piccola del mondo.

Hideaki Hamada è noto per i suoi ritratti con luce naturale, significativa dal punto di vista emozionale, i cui soggetti non sembrano mai in posa. “Creo principalmente immagini di uomini e donne durante le loro attività quotidiane, decorazioni di interni, moda... essenzialmente tutto ciò che è relativo a persone e lifestyle”, spiega. “Con la fotografia esprimo il mio modo di vedere il mondo. E sono contento quando le mie immagini, che ritraggono le cose di tutti i giorni, riescono a stimolare l’immaginazione di chi le guarda”.

Hamada-san afferma che la spontaneità è incredibilmente importante. “La posa della modella, la forma della luce: tutto è improvvisato sul posto”, afferma. “Ritraggo i momenti che mi colpiscono di più, anche quando non ho un’idea particolare in mente”.

Alla ricerca di nuove e creative opportunità

In passato, Hamada-san ha utilizzato di rado il flash on-camera, perché ama la luce naturale e secondo lui quella del flash è troppo dura. “Se non ho una luce sufficiente, spesso smetto di scattare”, spiega.

Ma questo presenta dei lati negativi, soprattutto quando hai davvero bisogno di realizzare lo scatto. “Una volta, al tramonto non c’era abbastanza luce, quindi ho cambiato ISO e ho utilizzato anche una velocità di esposizione lenta”, ricorda. “Né la modella né io potevamo muoverci di un millimetro durante gli scatti. Era difficile per entrambi e avrei davvero potuto utilizzare un flash portatile”.

Con enorme sorpresa, quando abbiamo contattato Hamada-san e gli abbiamo chiesto se desiderava provare un nuovo prodotto con il tema “The world is my studio” con il Profoto A1, la luce da studio più piccola al mondo, ha reagito con entusiasmo e non vedeva l’ora di provarla.

“Ho sempre scattato con luce naturale fin dagli inizi della mia carriera di fotografo, cinque anni fa”, afferma. “Di recente stavo cercando un modo di aggiornare il mio stile di shooting. Avevo puntato davvero tanto sull’A1 e speravo mi ispirasse nuove idee”.

Una luce estiva catturata in un flash

La location che aveva scelto, una casa in stile tradizionale giapponese con pareti di carta scorrevoli shoji e pavimenti in legno, era perfetta per l’obiettivo di Hamada-san: far risaltare un ambiente retrò, in stile anni ‘50. Sulla strada da percorrere per arrivare alla casa si sono imbattuti in un fiume nelle vicinanze e hanno pensato di trasformarlo in un piccolo set per scattare delle immagini improvvisate.

“Purtroppo era una giornata nuvolosa con piogge improvvise”, racconta. “Le nuvole, la pioggia e il buio stavano appiattendo la luce”.

“Ma con l’aggiunta di un solo A1 sono riuscito a trasformarla, creando una sensazione di luce estiva molto vivida”, spiega. “Inoltre, facendo riflettere la luce dell’A1 sul lato argentato del mio riflettore pieghevole, sono riuscito a far risaltare la modella nello sfondo verde del fiume e della natura”.

“L’ispirazione si tramuta in realtà”

All’interno della casa, Hamada-san e il suo team sono entrati nella cucina vecchio stile. Dalla finestra non filtrava la luce del sole e la stanza era quasi buia. Quindi, Hamada-san ha utilizzato un Profoto A1 con un Umbrella Deep White M fuori dalla finestra per imitare una luce morbida e delicata che si diffondeva nella cucina. Ha anche direzionato un altro A1 on-camera, con un Dome Diffuser, verso il soffitto per creare una luce di riempimento.

Il Profoto A1 ha cambiato completamente l’atmosfera della cucina buia in un ambiente fresco e mattutino.

“È estremamente semplice utilizzare l’A1 off-camera e lo adoro”, aggiunge Hamada-san. “Grazie all’A1 posso immediatamente tradurre la mia ispirazione in realtà”.

Il light shaping apre un nuovo mondo

In seguito, Hamada-san desiderava un’ambientazione con una giovane donna che si gode l’aria estiva in cucina. Ma con la luce naturale la scena risultava troppo scura. Hamada-san ha deciso di illuminare la cucina con un A1 nella parte posteriore e con un altro A1 con un Dome Diffuser nella parte frontale, riflettendo sul soffitto.

“Ho visto la modella in un atteggiamento assorto, che era esattamente ciò che desideravo ottenere con questo scatto”, spiega Hamada-san. “Ho pensato che con una luce intensa che filtrava attraverso le finestre nella parte posteriore, sarei stato in grado di creare l’atmosfera estiva che desideravo. Quindi ho cambiato la posizione dell’A1, spostandolo sul retro, ho creato una retroilluminazione e ho scattato con alcuni lens flare”.

“Anziché aggiungere luce, l’ho modellata per cambiare l’atmosfera. Era un’esperienza completamente nuova per me. Ho sentito che l’A1 mi apriva un mondo!”.

Una parete di carta come diffusore crea una sorta di studio

Quindi, Hamada-san ha deciso di creare immagini della sua modella seduta su una veranda in stile giapponese, mentre legge un libro. Per questa scena ha utilizzato un A1 on-camera con un Dome Diffuser. “Ero molto soddisfatto della qualità della luce dell’A1, che poteva essere meravigliosamente mischiata alla luce dell’ambiente”, afferma.

“Ho anche utilizzato delle pareti in carta scorrevoli shoji come diffusore. Ho letteralmente portato una casa giapponese vecchio stile nel mio studio”.

“Un lavoro eccezionale nei momenti fotografici critici”

Infine, al tramonto, la modella ha indossato un meraviglioso yukata, un kimono estivo. Hamada-san ha immortalato la scena mentre lei si godeva le scintille dei piccoli fuochi artificiali giapponesi. Anche se era sul finire della giornata, il Profoto A1 rendeva ancora perfettamente.

“Grazie alla batteria agli ioni di litio, riuscivo a scattare senza stancarmi”, afferma. “E non ho mai dovuto attendere il flash. Ero contento di non essermi perso neanche uno scatto in questa scena, anche se le scintille del fuoco non durano a lungo. L’A1 ha fatto un lavoro eccezionale nei momenti fotografici critici”.

Improvvisazione con Profoto A1

Hamada-san afferma che i modificatori di luce, come il Dome Diffuser magnetico e i gel CTO, sono stati di grande aiuto per gli scatti. “Anziché essere inflessibili con un approccio statico, seguono il mio stile con l’utilizzo di un light shaping tool in tutta libertà e mobilità, come faccio con l’A1”, afferma. “L’aggiunta di accessori in più fasi per modificare la sfumatura della luce (e modellarla) è un’idea completamente nuova per un flash on-camera. Sembra talmente ovvio... eppure nessuno ci ha mai pensato prima d’ora”.

Prevedibilmente, come per tutti coloro che non hanno mai utilizzato un flash, anche Hamada-san non ha molto interesse nelle specifiche del prodotto. “Tuttavia, mi importa molto del design”, dice. “L’A1 ha una linea sorprendentemente moderna e mi fa sentire a mio agio durante lo scatto. Apprezzo molto anche il corpo opaco di colore nero e l’aspetto di alta qualità, sebbene l’utilizzo sia molto semplice”.

Missione compiuta

Come Hamada-san sperava all’inizio, il Profoto A1 ha aperto la strada a nuove possibilità creative. “Con l’A1 sono riuscito a modellare la luce con semplicità e libertà. Potevo essere più creativo con una gamma più ampia di espressioni.

Potevo anche utilizzarlo per creare una nuova luce che non esiste”, spiega. “Ad esempio, la cucina retroilluminata o la fiamma libera create con la luce posta frontalmente. Sarebbe stato impossibile senza utilizzare l’A1”.

Scritto da: Seth Chandler

Prodotti utilizzati nella storia

Novità

Dome Diffuser

Conferisce una luce più morbida e croccante all’A1

Umbrella Deep White

Un ombrello versatile con possibilità di zoom per una luce più morbida